Gaza, l’idea Usa che terrorizza Bibì

Il riconoscimento dello Stato Palestinese? Per gli USA potrebbe essere un’idea da valutare ma Israele si preoccupa. 

Gli USA stanno valutando la possibilità di riconoscere uno stato palestinese, secondo quanto riportato da Axios. Il Segretario di Stato, Antony Blinken, avrebbe chiesto al Dipartimento di Stato di esaminare opzioni politiche in tal senso. Questa prospettiva, se attuata, potrebbe rappresentare un cambiamento significativo nella politica degli USA nei confronti del conflitto israelo-palestinese.

Israele si preoccupa
Il possibile riconoscimento dello Stato Palestinese preoccupa Israele – ph. Ansafoto – Rationalinternational.net

 

All’interno dell’Amministrazione Biden c’è chi ritiene che il riconoscimento di uno stato palestinese dovrebbe essere considerato come il primo passo nei negoziati per risolvere il conflitto. Il lavoro per trovare una “via d’uscita diplomatica” dal conflitto a Gaza ha aperto la strada a una riconsiderazione di vecchi paradigmi e politiche degli USA. Ma ciò purtroppo preoccupa Israele e il suo primo ministro.

La preoccupazione di Israele

L’ipotesi di un possibile riconoscimento dello stato palestinese ha suscitato preoccupazioni in Israele. Il governo israeliano ha spesso espresso il timore che un riconoscimento degli USA dello stato palestinese possa indebolire la posizione negoziale di Israele e favorire la parte palestinese. Questo potrebbe influenzare la dinamica dei negoziati in corso per un cessate il fuoco a Gaza e il rilascio degli ostaggi.

USA e l'idea di riconoscere lo Stato Palestinese
In America si pensa che il riconoscimento dello Stato Palestinese possa far cessare la guerra – ph. Ansafoto – rationalinternational.net

 

Nel contesto delle trattative in corso, secondo quanto riferito dal Washington Post, si sta discutendo la possibilità di un cessate il fuoco di sei settimane a Gaza in cambio del rilascio di ostaggi israeliani e detenuti palestinesi. Tuttavia, le richieste di Hamas e Israele sono ancora divergenti, con Hamas che chiede il ritiro completo dell’esercito israeliano dalla Striscia di Gaza, mentre Israele si oppone a questa richiesta.

Il possibile riconoscimento degli USA dello stato palestinese potrebbe aggiungere un ulteriore elemento di complessità ai negoziati in corso. L’Amministrazione Biden sta esaminando diverse opzioni, tra cui il riconoscimento formale dello Stato della Palestina. Ma c’è anche la possibilità di non utilizzare il veto per impedire al Consiglio di Sicurezza dell’ONU di ammettere la Palestina come stato membro. E ancora incoraggiare altri paesi a riconoscere la Palestina. Nel frattempo, il conflitto in corso continua a causare gravi sofferenze nella Striscia di Gaza, con un elevato numero di vittime e danni alle infrastrutture. L’ONU ha dichiarato che la Striscia è diventata “inabitabile”, mentre l’OMS segnala che la popolazione sta soffrendo a causa della mancanza di risorse e cibo.

Il possibile riconoscimento degli Stati Uniti dello stato palestinese aggiunge un nuovo elemento di tensione e incertezza nella già complessa situazione geopolitica del Medio Oriente. Resta da vedere quali saranno le decisioni degli Stati Uniti e come ciò potrebbe influenzare il panorama politico della regione.

Impostazioni privacy