Cattive notizie, Putin sogna Berlino

Un conflitto armato tra la Germania e la Russia non è affatto escluso e ora si teme che Putin voglia Berlino

La guerra in Ucraina è ormai entrata nel suo terzo anno e, mentre in molti sperano che si possa finalmente arrivare ad una pace, in tanti temono di peggio.

Putin sogna Berlino
Dopo aver vinto la guerra in Ucraina, lo zar russo potrebbe puntare alla Germania (ansa) – Rationalinternational.net

Le ambizioni di Putin, infatti, potrebbero andare oltre l’Ucraina e il leader russo sembrerebbe avere delle ambizioni anche in Europa. Ecco, quindi, che un rapporto segreto getta luci e ombre sui pericoli per la Germania nei prossimi anni. C’è chi parla di un possibile intervento militare che coinvolgerà la Nato.

Il documento segreto dell’esercito tedesco

Secondo un documento delle forze armate tedesche, potrebbe esserci uno scenario che include una possibile guerra tra la Russia e le forze Nato. Si tratta di uno scenario possibile, ma non affatto probabile, che ha comunque gettato nello sconforto numerosi cittadini. Nel rapporto delle forze armate tedesche, infatti, si ipotizza una nuova guerra dopo la fine del conflitto in Ucraina tra Kiev e Mosca. Nel documento segreto – in possesso del ministero della Difesa tedesco e diffuso dal quotidiano Bild – si ipotizza infatti che la Nato possa entrare in un reale conflitto armato con la Russia.

Putin sogna Berlino
Secondo il rapporto del governo tedesco, Putin potrebbe non aver finito con la guerra (Ansa) – Rationalinternational.net

Nel documento si delinea quella che è una delle possibili evoluzioni della guerra tra Russia e Ucraina. Per gli analisti, infatti, non è da escludere una possibile evoluzione della guerra tra Russia e Ucraina, che coinvolgerebbe anche le forze Nato nel 2025. Secondo la Bundeswehr, lo scenario è di quelli giudicati “worst case“. Poco probabile, dunque, ma è meglio prepararsi per poter affrontare il peggio in condizioni ottimali. Un portavoce del ministero della Difesa ha dichiarato che “considerare i diversi scenari”, anche quelli più estremi, è un processo normale per le forze armate. Questo avviene anche se si prendono in considerazione scenari improbabili.

All’interno del dossier del ministero della Difesa vengono descritte in maniera dettagliata quelle che potrebbero essere le mosse della Russia per arrivare ad una reale escalation. Queste potrebbero portare ad un reale scoppio della guerra tra Russia e Nato nell’estate del 2025. L’inizio di questa escalation potrebbe avvenire con il richiamo in servizio di altri 200.000 riservisti da parte del Cremlino. Questi serviranno poi a lanciare una nuova offensiva nell’Ucraina orientale. Successivamente potrebbero seguire nuovi attacchi ibridi, soprattutto nei Paesi baltici, per scatenare l’istigazione di minoranze russe. A quel punto, come fatto in Georgia e Ucraina, la Russia potrebbe puntare alla conquista del corridoio di Suwalki, in modo da collegare la Bielorussia a Kaliningrad.

Impostazioni privacy