Melania Trump, la donna scomparsa

La morte della madre di Melania, all’età di 78 anni, ha svelato, con l’amarezza del lutto, il motivo della discussa solitudine del candidato.

Donald Trump aveva detto il vero. Melania non era più comparsa da tempo accanto a lui, lasciandolo solo persino nella foto di Natale. C’erano motivi familiari, per cui la moglie era costretta a rimanere a Mar-a-Lago, in Florida, invece di seguirlo nella sua tempestosa campagna elettorale, fra udienze in tribunale, comizi e polemiche di ogni genere. Amalija Knavs se n’è andato all’età di 78 anni.

Melania Trump, la donna scomparsa
Donald Trump accanto alle donne della sua vita – rationalinternational.net Ansafoto

Il triste annuncio è stato dato dall’ex first lady su X, descrivendo la madre come una donna forte, capace di comportarsi con grazia, calore e dignità. Ha dedicato, Amalija Knavs, la sua vita al marito Viktor Knavs, di 79 anni, alle figlie e al nipote. E anche al genero Donald, che a quanto si apprende era molto legato alla suocera. Con lei l’ex presidente andava molto d’accordo, forse più che con la stessa moglie, in grado di  uscite liberal.

Tempo di lutto e di tristezza in casa Trump

La coppia è slovena d’origine. Amalija era un’operaia tessile e Viktor un concessionario d’automobili. Hanno conservato la cittadinanza slovena fino al 2018, durante la presidenza di Trump. Ci furono inevitabilmente polemiche, perché quello era il periodo della tolleranza zero della Casa Bianca contro l’immigrazione clandestina. Un tribunale federale di New York cancellò ogni dubbio, concedendo la cittadinanza statunitense alla coppia. Trump aveva contestato da presidente quella che chiamava immigrazione a catena, ovvero il ricongiungimento familiare. E’ esattamente la normativa seguita dai suoceri, che il presidente però ha disciplinatamente onorato, tacitando la sua verve polemica.

Melania Trump, la donna scomparsa
Amalija e Viktor, i genitori di Melania Trump – rationalinternational.net Ansafoto

Si malignava che fosse stata Melania ad aiutare i genitori a ottenere la cittadinanza. L’avvocato dei suoceri del presidente si affrettava però a smentire: hanno presentato domanda da soli, senza alcun aiuto. Anche l’ex first lady è comunque nata in Slovenia, nel 1970, legata alle sue origini, come ha dichiarato nel suo tweet funebre. E’ cresciuta con i genitori a Sevnica, città rurale e industriale slovena, allora amministrata dal regime comunista. Si è poi trasferita a Lubiana, la capitale, per diplomarsi. In seguito ha cambiato il cognome in Knauss quando ha intrapreso la carriera di modella. E nel 2005 ha sposato Donald, che aveva conosciuto come conduttore di The Apprentice, il suo programma tv.

Un legame speciale tra il genero e la suocera

I suoceri vivono da anni nel resort di Mar-a-Lago, formando una famiglia allargata con il miliardario dalla vita politicamente tumultuosa, in grado comunque di trovare un rifugio sicuro tra le mura domestiche. Sulla lontananza di Melania dal marito s’era inevitabilmente favoleggiato, anzi il gossip si faceva sempre più frizzante. L’ex first lady non compariva più nei ristoranti di lusso di New York, e nemmeno nei negozi di Palm Beach dove faceva shopping di persona. Anzi i negozianti, ormai in rapporto di fiducia da anni, esprimevano il loro rammarico per la lontananza dell’ex modella.

Melania Trump, la donna scomparsa
Donald Trump accanto alle donne della sua vita – rationalinternational.net Ansafoto

Si temevano, o speravano, dissapori con il marito, e si ipotizzava un dissenso della moglie, che forse non era d’accordo sulla ricandidatura del marito. E non si poteva non notare che così Melania, se non altro, proteggeva la propria immagine. In realtà, come ha dichiarato un’amica di famiglia, nemmeno si può immaginare quanto marito e moglie vadano d’accordo.

Impostazioni privacy