Trump vuole la testa di Biden

L’ex presidente americano vuole l’immunità per uscire pulito dai processi che lo interessano. E ora minaccia il caso

Non saranno mesi tranquilli quelli che separano gli States da qui fino al momento in cui si dovrà eleggere il prossimo Presidente degli Stati Uniti.

Trump vuole perseguire Biden
L’ex presidente ha annunciato che seminerà il caos (ansa) – Rationalinternational.net

Uno dei protagonisti di questi mesi turbolenti sarà senz’altro Donald Trump. L’ex presidente degli Stati Uniti ha da tempo annunciato la sua candidatura e sembra il favorito per la vittoria. Ma ci sono ancora numerosi processi a suo carico e il tycoon ha minacciato di seminare il caos se non gli verrà data la possibilità di ottenere l’immunità.

“Biden sarà perseguito”

Dopo gli insulti e le parole forti rivolte ai suoi avversari politici, ora Donald Trump passa alle minacce. Il tycoon americano ha infatti iniziato la sua campagna elettorale per le primarie. Come sempre, il suo esordio è stato caratterizzato da una serie di provocazioni che hanno attirato l’attenzione della stampa e dei cittadini. Trump ha assistito in silenzio all’udienza della corte d’appello di Washington in cui rivendica l’immunità totale nel processo che lo riguarda e che ha a che fare con i presunti tentativi – da parte dell’ex presidente – di ribaltare l’esito elettorale nel 2020. Il 4 marzo di quest’anno ci sarà il dibattimento, ma la volontà del tycoon è quello di spostarlo a dopo le elezioni. Una tattica che – in caso di vittoria delle elezioni – gli permetterà di graziarsi da solo.

Trump vuole perseguire Biden
L’ex presidente americano chiede l’immunità per salvarsi dai processi a suo carico (ansa) – Rationalinternational.net

“Scoprire le frodi elettorali mi garantirebbe l’immunità presidenziale contro le false accuse di Biden – ha scritto Trump sul social Truth – è ingiusto che io venga perseguito dal dipartimento di giustizia perché sto vincendo nei sondaggi”. Per alzare la tensione, Trump ha poi minacciato di far esplodere il caos – per il quale in America il timore è piuttosto alto – provocando una reazione di Michelle Obama. L’ex first lady e moglie di Barack Obama si è infatti detta “terrorizzata” da ciò che potrebbe succedere nel 2024.

Trump ha poi affermato che, nel caso in cui gli dovesse essere negata l”immunità presidenziale, questa dovrebbe essere negata “anche ad Obama”. Il riferimento del tycoon è la controversia relativa alla guerra segreta condotta con droni che causò numerose vittime civili. Tuttavia, i giudici della corte d’appello – che sono state nominate da Joe Biden e da George W.H. Bush – si sono espresse in maniera molto scettica in relazione alla difesa dell’ex presidente. La prima istanza è stata infatti respinta e tra le motivazioni vi è anche il fatto che Donald Trump “non è un re” e “non può godere di un’immunità a vita”.

Impostazioni privacy