Il gelo mette in ginocchio la Svezia

È emergenza in Svezia per l’arrivo del freddo estremo che ha bloccato i mezzi sulle autostrade ed ha causato black out.

Il sud della Svezia è attualmente alle prese con una sfida climatica senza precedenti. Le temperature gelide provenienti dalla regione artica stanno paralizzando la nazione scandinava. Neve abbondante, tempeste di neve e venti di burrasca hanno creato caos, interrompendo i trasporti e costringendo alla chiusura delle scuole in diverse zone. La situazione critica è evidenziata dall‘autostrada E22, dove centinaia di veicoli sono rimasti bloccati per oltre 10 ore, affondati nella neve.

la neve blocca i mezzi
In Svezia il freddo estremo blocca i mezzi in autostrada – ph. Ansafoto – Rationalinternational.net

 

Tra Hörby e Kristiansand, è intervenuto anche l’esercito per supportare le operazioni di soccorso. La polizia ha esortato gli automobilisti bloccati a rimanere al caldo all’interno dei propri veicoli e a evitare di abbandonarli a piedi. Tuttavia, l’attesa prolungata ha generato crescente frustrazione tra gli automobilisti, alcuni dei quali sono rimasti bloccati per quasi 24 ore. Il freddo estremo ha raggiunto livelli eccezionali, con la temperatura a Kvikkjokk in Lapponia che ha toccato i -43,6 gradi, un gelo che non si verificava da 25 anni nel paese. I meteorologi prevedono che le temperature record raggiungeranno Stoccolma nel corso del prossimo sabato, peggiorando ulteriormente la già difficile situazione.

I danni provocati dal freddo

I soccorritori, nonostante le difficoltà nel raggiungere la zona, stanno ricevendo il supporto dell’esercito, che sta impiegando veicoli cingolati per spalare la neve e aprire le strade. “Abbiamo dodici veicoli cingolati che ci stanno aiutando in questo momento. E aiuteremo i servizi di emergenza finché ne avranno bisogno”, ha dichiarato il portavoce dell’esercito, Andrea Wahlberg Scott. Secondo le previsioni dell’autorità stradale svedese, la situazione dovrebbe migliorare nel corso della giornata, ma per il completo ripristino della viabilità potrebbe essere necessario più tempo.

la neve provoca danni
La neve provoca anche black out e disagi – ph. Ansafoto – Rationalinternational.net

 

Il freddo eccezionale non ha colpito solo le strade, ma ha provocato blackout elettrici che hanno colpito gravemente alcune comunità. Nel comune di Alvsbyn, nel nord della Svezia, gli abitanti si sono svegliati senza elettricità in una temperatura di -35 gradi. Sebbene la corrente sia stata ripristinata in alcune abitazioni, circa 3.000 rimangono al buio. La situazione è ulteriormente complicata dalla mancanza di luce solare diretta, comune a queste latitudini durante i mesi invernali. Carina Netterlind, portavoce della società elettrica Vattenfall, ha rassicurato che gli sforzi sono concentrati sul ripristino dell’elettricità. Tuttavia, ha sottolineato le sfide aggiuntive causate dal freddo estremo, che influisce sulle parti del quadro elettrico e richiede un lavoro controllato e lento.

In conclusione, la Svezia sta affrontando una delle ondate di freddo più intense degli ultimi decenni, con conseguenze significative sulle infrastrutture, sui trasporti e sulla fornitura di energia elettrica. Le operazioni di soccorso sono in corso, ma la popolazione è chiamata a fare fronte a sfide straordinarie mentre il paese cerca di riprendersi da questo clima eccezionalmente rigido.

Impostazioni privacy