Medio Oriente, Biden teme il disastro

Gli USA vogliono prevenire che la guerra sulla striscia di Gaza si espanda. Arriva il segretario di stato americano in Medio Oriente.

Il segretario di Stato americano, Anthony Blinken, ha recentemente intrapreso una serie di incontri diplomatici in Medio Oriente. L’obiettivo è quello di ridurre le tensioni e prevenire una possibile escalation del conflitto tra Israele e Hamas. La sua visita ha compreso tappe significative: Turchia, Grecia, Giordania, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita ed Egitto, con l’attenzione focalizzata sulla delicata situazione tra Israele e la Striscia di Gaza.

Biden manda il segretario di stato americano in Medio Oriente
Gli USA temono che il conflitto in Gaza possa espandersi – ph. Ansafoto – Rationalinternational.net

 

Blinken è giunto in Turchia per iniziare il suo tour diplomatico, incontrando il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il ministro degli Esteri Hakan Fidan. Uno degli argomenti principali è stato il rischio che la situazione in Gaza possa sfociare in un conflitto regionale, soprattutto dopo gli intensificati attacchi israeliani in Libano. Il recente bombardamento a Beirut, che ha causato la morte del vicecapo politico di Hamas, Saleh Al-Arouri, ha scatenato minacce di ritorsioni da parte di Hezbollah e dell’Iran.

Preoccupazione sul fronte iraniano

Il leader di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha dichiarato che c’è ora “l’opportunità storica di liberare ogni centimetro del territorio libanese”. Ciò ha aumentato le tensioni in Medio Oriente, con minacce di rappresaglie provenienti anche dall’Iran, colpito da un attentato durante la commemorazione del generale Qasem Soleimani. Il presidente iraniano Ebrahim Raisi ha promesso una vendetta, sottolineando che l’Iran sceglierà “luogo e tempo”. L’instabilità si è estesa alle acque del Mar Rosso, con gli Houthi in Yemen, sostenuti dall’Iran, che hanno attaccato navi nelle vicinanze del Canale di Suez, minacciando il commercio internazionale.

ci sono preoccupazioni per la risposta dell'Iran
L’Iran vuole rispondere a Israele combattendo – ph. Ansafoto – Rationalinternaitonal.net

 

In Israele, Blinken affronterà la questione della guerra e discuterà del futuro di Gaza. Il leader di Hamas, Ismail Haniyeh, ha esortato il segretario di Stato a concentrarsi sulla ricerca di soluzioni per porre fine all’occupazione. Inoltre, ha affermato che la stabilità e la sicurezza nella regione non saranno possibili finché il popolo palestinese non otterrà la libertà. D’altra parte il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, ha presentato un piano per la gestione di Gaza al termine della guerra. Ha proposto il controllo militare di Israele sulla Striscia, un’amministrazione civile palestinese senza coinvolgimento di Hamas, e una coalizione internazionale per la ricostruzione di Gaza.

In questo contesto teso, gli Stati Uniti cercano di svolgere un ruolo di mediazione e di prevenzione, anche se evidentemente temono il peggio. Gli USA lavorano per evitare una più ampia escalation del conflitto che potrebbe coinvolgere diversi attori regionali. La diplomazia di Blinken mira a promuovere la stabilità. Inoltre mira a trovare soluzioni che possano portare a una cessazione delle ostilità e a una prospettiva di pace duratura nella regione.

Impostazioni privacy