L’Ucraina è alla fine, dice Putin

Il presidente russo sembra essere più che convinto di essere vicino alla vittoria della guerra. Per Putin l’Ucraina è arrivata alla fine

Il leader del Cremlino, Vladimir Putin ha parlato di quella che è la situazione attuale dal punto di vista militare in Ucraina. La guerra sta continuando senza sosta e l’orizzonte per una pace risulta essere sempre più lontano.

Cattive notizie per Netanyahu
Per il presidente russo l’Ucraina starebbe perdendo la guerra (ansa) – Rationalinternational.net

Per il presidente russo, intanto, ad essere in vantaggio risulta essere proprio la Russia e l’attuale situazione sul campo di battaglia lo dimostrerebbe. Per Zelensky le difficoltà sono sempre di più e la tensione cresce di giorno in giorno. Putin ha quindi deciso di approfittare dell’attuale fragilità di Kiev e sancisce la sconfitta per l’Ucraina.

Un esito inevitabile

Secondo il presidente russo, la situazione sul campo di battaglia sta mutando in maniera piuttosto veloce. “Gli attacchi si intensificano – ha riferito Putin, parlando della situazione in Ucraina – e il nemico viene spazzato via“. Il presidente russo ha parlato dei recenti attacchi dell’esercito ucraino condotti su Belgorod, riferendosi ad attacchi “terroristici”; pur rimarcando che l’Ucraina starebbe “implodendo”. Le sue parole sono arrivate durante la visita presso l’ospedale militare Vishnevskij. Parlando con i militari presenti, Putin ha affermato che l’Ucraina è sempre più a corto di attrezzature militari e munizioni. Infine, ha annunciato che la Russia aumenterà la produzione.

Cattive notizie per Netanyahu
L’esercito russo sta conducendo la guerra in Ucraina, dice Putin (ansa) – Rationalinternational.net

Quelli degli ultimi giorni nei confronti dell’Ucraina sono stati attacchi e combattimenti feroci, che non stanno dando spazio agli uomini di Kiev. Il 31 dicembre, infatti, l’Ucraina ha subito un attacco record da parte di droni lanciati dall’esercito di Mosca. Ma gli attacchi sono continuate anche durante le prime ore del 1° gennaio. La Russia ha infatti lanciato in quelle ore circa 90 droni sul territorio ucraino, ma l’esercito di Kiev è riuscito ad abbatterne 87. A farlo sapere è stata l’Aeronautica militare ucraina. I bombardamenti da parte dell’esercito di Mosca hanno interessato soprattutto le regioni di Zaporizhzhia, Kharkiv, Kherson e Odessa.

Un drone russo abbattuto mentre sorvolava la città di Leopoli, è stato abbattuto dalle forze di difesa ucraina. Tuttavia, questo ha provocato un incendio a seguito della sua esplosione. Dunque la guerra nell’est Europa è caratterizzata, in questo momento, da un periodo di grandissima difficoltà per l’Ucraina. Una situazione militare che Putin vuole assolutamente sfruttare mediaticamente, parlando dell’Ucraina come un’entità vicina al suo tramonto politico e militare. La Russia, infatti, sarebbe pronta a poter dare il suo colpo di grazia all’Ucraina e Putin è pronto a cantare vittoria.

Impostazioni privacy