Carolina non è morta per caso

La donna è stata trovata senza vita nella sua casa. Tuttavia, non si è trattato di un suicidio, ma qualcuno l’ha uccisa

Arriva un importante colpo di scena per quanto riguarda il caso della morte di Carolina D’Addario, donna di 84 anni trova nella sua casa a Gissi, in provincia di Chieti, senza vita il 23 dicembre scorso.

Carolina non è morta per caso
La donna era stata trovata senza vita (Ansa) – Rationalinternational.net

Se in un primo momento si è pensato ad un decesso per cause naturali, ora ha trovato maggiore concretezza la pista dell’omicidio. Un uomo di 59 anni, infatti, è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso l’anziana donna. Ecco che cosa stanno rivelando le indagini delle forze dell’ordine.

Il rapporti con il vicino

Dopo essere stato individuato, il 59enne è stato arrestato nella notte dai carabinieri. A riportarlo sono i quotidiani locali, i quali parlano di un’ammissione di colpa da parte dell’uomo, che avrebbe confessato di aver commesso l’omicidio. Secondo quanto emerso da una prima ricostruzione, Carolina D’Addario è stata ammazzata con un colpo di coltello alla schiena. I carabinieri avrebbero infatti recuperato l’arma del delitto. Gli inquirenti sono riusciti ad individuare anche alcuni oggetti preziosi appartenenti alla vittima, che dopo l’omicidio erano andati perduti.

Carolina non è morta per caso
Carolina sarebbe stata uccisa da un suo vicino (ansa) – Rationalinternational.net

Mancavano all’appello alcuni oggetti d’oro, una collana e la fede nunziale della donna. Inoltre, dalla casa dell’84enne sono spariti anche dei soldi, tanto da spingere i carabinieri ad intraprendere ulteriori verifiche. Secondo quanto ricostruito, quindi, la donna avrebbe prima subito una rapina, per poi essere uccisa con una coltellata. A seguito di una perquisizione da parte delle forze dell’ordine, nella casa del vicino della donna sono stati rinvenuti circa 20mila euro in contanti, oltre ad altri oggetti preziosi. Un controllo dei carabinieri ha poi rivelato che si trattava di beni di proprietà della donna uccisa.

A dare l’allarme ai familiari della donna è stato un passante. Immediatamente si sono avviati i soccorsi, che però non sono riusciti a salvare la vita della donna. Gli operatori del 118, intervenuti nella casa della donna, avevano avanzato l’ipotesi che si potesse trattare di una morte naturale. Tuttavia, numerosi elementi hanno fatto emergere il sospetto delle forze dell’ordine, che hanno poi arrestato l’uomo. La donna viveva in casa da sola ed era piuttosto conosciuta e ben voluta a Gissi. L’autopsia è stata effettuata dal medico legale Pietro Falco, su disposizione della Procura della Repubblica di Vasto. In un primo momento sembrava che la morte naturale della donna potesse essere confermata, poi l’ipotesi dell’omicidio e la confessione dell’uomo.

Impostazioni privacy