I soldati ucraini sono sempre meno

C’è sempre più urgenza di rimpiazzare i soldati caduti o stanchi. Ora i militari in Ucraina sono sempre di meno

Nonostante il grande freddo imperversa su gran parte dell’Est Europa, la guerra in Ucraina continua e i combattimenti vanno avanti.

I soldati ucraini sono sempre meno
Mancano soldati nell’esercito ucraino (ansa) – Rationalinternational.net

Tuttavia, Kiev sembra avere un problema ben più grande rispetto alla Russia: gli uomini. Se fin dall’inizio della guerra Putin non ha battuto ciglio sul massacro dei soldati russi, in Ucraina il problema si pone, soprattutto per motivi strutturali. L’Ucraina ha sempre meno soldati e ora cerca di ottenerne di più.

Verranno richiamati in molti

Il ministero della Difesa ucraino ha fatto sapere che ai cittadini ucraini di età tra i 25 e i 60 anni che vivranno in Germania in molti altri Paesi verrà chiesto di arruolarsi nell’esercito e prestare servizio militare per il prossimo anno. A riferirlo è stato il ministro della Difesa ucraino, Rustem Umerov che ha parlato con i media tedeschi. Il ministro ha specificato che non sarà un obbligo, ma si tratterà di “un invito”. Tuttavia, non sono escluse sanzioni nel caso in cui qualcuno dovesse decidere di non rispondere alla chiamata.

I soldati ucraini sono sempre meno
Il governo di Kiev ha annunciato che attuerà una politica di arruolamento (ansa) – Rationalinternational.net

L’intenzione di Kiev sarebbe quella di mobilitare circa 500 mila soldati, in modo da pareggiare il conto degli uomini con l’esercito russo e provare a respingere l’invasione. Tuttavia, la questione dell’arruolamento è stata definita dal presidente Zelensky una “questione delicata“. Coloro per cui è previsto l’arruolamento, infatti, verranno informati per tempo e ci sarà una maggiore condivisione di informazioni relativi al ruolo in cui presteranno servizio e al periodo entro cui dovranno indossare l’uniforme.

Un problema che in Russia non si pone, principalmente per due motivi. In Russia la popolazione è ben maggiore rispetto a quella ucraina, così come il numero di riservisti a disposizione dell’esercito. Inoltre, si tratta di una dittatura che non si preoccupa molto delle formalità. Non a caso, infatti, la mobilitazione “parziale” dello scorso anno è stata fatta da Putin in maniera piuttosto rapida e “decisa”. Molti cittadini, infatti, hanno deciso di lasciare la Russia per evitare l’arruolamento forzato, mentre altri sono stati mandati al fronte senza alcun tipo di preparazione e addestramento. Tuttavia, la forza dell’esercito russo sta proprio nei numeri impressionanti dei suoi uomini, inarrivabili per l’Ucraina.

Ma come ha ricordato il comandante in capo dell’esercito ucraino, Zaluzhny, Kiev ha un estremo bisogno di armi e risorse economiche garantite da parte degli alleati. Ma la vera risorsa richiesta dal capo delle forze armate ucraine sono proprio i  combattenti. Se in un primo momento della guerra le file davanti ai centri di arruolamento ucraino erano chilometriche, ora la situazione è ben diversa. Complice la stanchezza di due anni di guerra e i risultati non proprio brillanti sul campo di battaglia, l’Ucraina ha bisogno di soldati. Senza soldati, infatti, vincere la guerra sarà impossibile.

Impostazioni privacy