Ucraina, altri due anni di guerra

Non si va verso la fine imminente del conflitto. A Mosca intendono far durare la guerra in Ucraina per altri due anni

Il conflitto in Ucraina è arrivato ormai alle porte dei due anni. La guerra con la Russia si sta spingendo oltre le aspettative temporali, ma potrebbe addirittura durare ancora di più.

Ucraina, altri due anni di guerra
La guerra potrebbe durare ancora altri due anni (ansa) – Rationalinternational.net

Nonostante in queste ultime settimane gli scontri sembrano essersi leggermente attenuati – soprattutto per via dell’inverno – le prospettive sono tutt’altro che rassicuranti. Il conflitto, infatti, sembra essere arrivato ad un punto di non ritorno. Mosca ha intenzione di far durare la guerra ancora altri due anni, prima di raggiungere i suoi obiettivi.

Putin vuole conquistare ancora

Chi si aspettava una guerra rapida e dall’esito scontato si sbagliava enormemente. La guerra in Ucraina, infatti, è una delle poche guerre che, attualmente, si stanno combattendo tra due eserciti regolari ed organizzati. Non si ha la certezza che le ambizioni di Putin nel febbraio del 2022 potessero essere quelle di arrivare a Kiev con il suo esercito, ma non ci sono dubbi che le ambizioni di conquista siano ancora piuttosto vive. Secondo gli analisti dell’Istituto per lo studio della guerra (Isw) la  guerra potrebbe durare ancora per un paio di anni.

Ucraina, altri due anni di guerra
La Russia vuole far andare avanti la guerra per altri due anni (ansa) – Rationalinternational.net

I ricercatori hanno infatti analizzato quelle che sono state le conquiste territoriali della Russia in Ucraina, con lo scopo di capire quali potrebbero essere gli obiettivi di Putin per porre fine alla guerra. In questo momento l’esercito russo ha annesso gran parte dei ricchi oblast di Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia. Attualmente i combattimenti si stanno concentrando nei pressi della città di Avdiivka, importante sede di complessi industriali. Ma per gli analisti la Russia non si fermerà qui e cercherà di ampliare i suoi possedimenti. Nello specifico, il Cremlino cercherà di aumentare le conquiste oltre i quattro oblast occupati. Per farlo ci impiegherà circa due anni, terminando il conflitto nel 2026.

Gli sforzi militari russi si orienterebbero, quindi, verso la conquista dell’intera regione di Donetsk e Lugansk, avanzando fino al fiume Oskil, nella regione di Kharkiv. Ecco perché – secondo gli analisti – il comando militare russo è impegnato ad aumentare gli sforzi di espansione, ristrutturazione e accumulo di riserve strategiche. L’Ucraina, quindi, si trova in una situazione particolarmente difficile, in cui la priorità sembra essere quella di chiedere un ulteriore sforzo ai suoi alleati, in particolare Stati Uniti ed Europa. Solo lo sblocco dei fondi economici in supporto di Kiev, infatti, potrà dare una possibilità all’Ucraina di resistere agli attacchi e alle mire espansionistiche di Mosca.

Impostazioni privacy