Dobbiamo prenderci Zelenskj, forse

Arrivata una decisione che apre ai negoziati relativi all’ingresso dell’Ucraina in Unione Europea, ma non è scontato

Il Consiglio europeo ha aperto ai negoziati per l’ingresso dell’Ucraina in Unione Europea. Si tratta di uno degli obiettivi più ambiziosi del Paese dell’Est Europa.

Dobbiamo prenderci Zelenskj. forse
L’Unione Europea deve decidere sull’ingresso dell’Ucraina (Ansa) – Rationalinternational.net

La decisione è arrivata dopo un’estenuante trattativa e tira e molla, che fa capire quanto non sia assolutamente scontato un esito definitivo. L’adesione dell’Ucraina all’Unione Europea, infatti, è ostacolata fortemente dl premier ungherese Viktor Orban. Per Zelensky non ci sarà nulla di scontato.

Un Paese da riscostruire

Il Consiglio europeo ha deciso di procedere positivamente per l’apertura dei negoziati relativi all’adesione dell’Ucraina in Unione Europea. A renderlo noto è stato il presidente Charles Michel su X. Alla fine non è arrivato il blocco tanto temuto, ma questo è stato reso possibile solo dal fatto che il premier ungherese, Viktor Orban, ha lasciato l’aula al momento del voto, quindi non prendendovi parte. Il presidente ucraino Zelensky ha festeggiato la decisione, parlando di “Vittoria per l’Ucraina e per tutta l’Europa. Ispira e rafforza”. Inoltre, è stato approvato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia.

Dobbiamo prenderci Zelenskj. forse
C’è chi nutre forti dubbi sull’Ucraina (ansa) – Rationalinternational.net

Il primo contrario alla decisione di accogliere – anche se ci si trova ancora in una fase embrionale dei negoziati – l’Ucraina nell’Unione Europea è Viktor Orban. Il premier ungherese non ha affatto nascosto la sua contrarietà, definendo la possibile adesione dell’Ucraina in UE come una “decisione sbagliata“. Su Facebook il primo Ministro ungherese ha chiarito che dare inizio ai negoziati in queste circostanze sarebbe una decisione “del tutto irrazionale, sbagliata e insensata”. Orban ha infatti concluso dicendo che l’Ungheria non cambierà la sua posizione. Sono molti i rappresentanti degli Stati europei che hanno accusato Orban di fare un gioco sporco, soprattutto in favore della Russia (alleato dell’Ungheria con cui esistono rapporti politici e commerciali piuttosto forti).

Ma sono in molti ad avere dubbi anche sulla possibile adesione dell’Ucraina in Unione Europea. Il timore che primeggia è il fatto che quello di Zelensky è di fatto un Paese in guerra. In questo momento in Ucraina vige la legge marziale e un Paese in guerra con la Russia potrebbe essere un problema ancora maggiore se questo dovesse entrare in Ue. Inoltre, c’è chi sostiene che, alla fine della guerra, l’Ucraina sarà un Paese da ricostruire totalmente. Chi si farà carico delle spese? In realtà l’Ucraina starebbe già usufruendo di prestiti da parte di molti Paesi occidentali, così come anche da parte di realtà locali. Ma il dubbio e il timore restano.

Impostazioni privacy