Suicida l’attrice che accusò Depardieu

Ha deciso di togliersi la vita gettandosi nella Senna. Accusò di violenze sessuali l’attore Gérard Depardieu

L’episodio è avvenuto una settimana fa, ma la stampa e i quotidiani nazionali francesi hanno rilanciato la notizia solo ora.

Si suicida l'attrice che accusò Depardieu
La notizia arrivata solo dopo una settimana dalla sua morte (ansa) – Rationalinternational.net

Il 7 dicembre l’attrice francese Emmanuelle Debever si è infatti tolta la vita. La donna si sarebbe suicidata gettandosi nella Senna. Aveva 60 anni. Oltre ai film a cui ha preso parte durante la sua lunga carriera, l’attrice è stata ricordata come una delle accusatrici di violenze sessuali subite dal famoso attore francese Gérard Depardieu.

Le accuse di violenza

Non è ancora chiaro il motivo per il quale la morte dell’attrice Emmanuelle Debever, avvenuto circa una settimana fa, è stata rivelata solo adesso. Il 7 dicembre la donna è annegata nella Senna, probabilmente dopo aver preso la decisione di suicidarsi gettandosi nel fiume. La notizia della sua morte è stata diffusa su Twitter (oggi “X”) attraverso l’account dell’Istituto Nazionale dell’Audiovisivo. Secondo le informazioni rilanciate dai quotidiani francesi, la morte dell’attrice sarebbe avvenuta lo stesso giorno in cui è stato trasmesso il programma tv “Complément d’enquete: la chute de l’ogre“. Nel programma venivano trattate le accuse di violenza sessuale e stupro sull’attore francese Gérard Depardieu.

Si suicida l'attrice che accusò Depardieu
L’attrice è morta annegando nella Senna (ansa) – Rationalinternational.net

Fu proprio Emmanuelle Debever la prima ad accusare Depardieu di violenze sessuali. L’attrice 60enne aveva recitato più volte con il famoso attore, fino alle accuse rese pubbliche negli anni e riprese dal documentario. In questi giorni, infatti, Depardieu è interessato da numerose accuse di molestie sessuali e violenze. In ultimo alcune scene di un documentario girato in Corea del Nord, dove l’attore francese viene ripreso mentre rivolgeva commenti e insulti sessisti ad una traduttrice che era con lui. A spiegare che l’attrice si sarebbe gettata nell’acque della Senna è stata una giornalista di Libération.

Emmanuelle Debever aveva raggiunto una grandissima popolarità nella sua carriera di attrice, soprattutto negli anni ’80. Nel 1982, infatti, ricoprì un ruolo nella serie tv “Joëlle Mazart“. Continuò la sua carriera per una nuova serie tv “Médecins de nuit” e nel film “Quidam” diretto da Gérard Max”. Recità anche nel film “Un jeu brutal” di Jean-Claude Brisseau. Debever aveva collaborato con Depardieu nel film “Danton”, diretto da Andrzej Wajda. In un post pubblicato su Facebook il 5 giugno del 2019, Emmanuelle Debever scrisse che in quel film lei interpretava “la giovanissima moglie di Danton”, mentre “il mostro sacro si era permesso delle cose durante quelle riprese, approfittando dell’intimità di una carrozza”. L’attrice scrisse che “infilò la sua manona sotto la mia gonna“.

Impostazioni privacy