Nudi e umiliati ma non erano di Hamas

L’esercito israeliano ha adottato metodi giudicati disumani contro alcuni civili palestinesi accusati di essere di Hamas

A poco meno di due mesi dallo scoppio della guerra tra Israele e Hamas, continuano gli scontri a fuoco e i combattimenti, ma non solo.

Nudi e umiliati ma non erano di Hamas
Le accuse rivolte all’esercito israeliano (ansa) – Rationalinternational.net

Nelle ultime ore si sono moltiplicate le proteste riguardo un episodio compiuto dall’esercito israeliano nei confronti di alcuni civili palestinesi. Alcuni cittadini di Gaza, infatti, sono stati scambiati per miliziani di Hamas e sono stati denudati. Scatenate le proteste in tutto il mondo.

“Questione di sicurezza”

Alcuni cittadini palestinesi sono stati denudati dai soldati israeliani dopo essere stati scambiati per miliziani di Hamas. L’Idf ha motivato il gesto dicendo che si è trattato di questioni di sicurezza. I civili sono stati infatti presentati come combattenti di Hamas e, dunque, sono stati denudati dopo essere stati fermati e arrestati all’interno della Striscia di Gaza. Le immagini delle persone in ginocchi con addosso solo biancheria intima sono state rilanciate dai media israeliani. Successivamente sono diventate virali sui social e hanno quindi scatenato numerose polemiche.

Le televisioni israeliane hanno infatti diffuso le immagini degli uomini mentre si trovavano in ginocchio su un terrapieno, guardati a vista da alcuni soldati dell’esercito di Tel Aviv. Come abbiamo detto, le foto che hanno fatto il giro sui social sono diventate immediatamente virali e in moltissimi hanno condiviso la propria indignazione. Secondo alcuni, infatti, si è trattato di un vero e proprio “attacco alla dignità”. Il trattamento da prigionieri che hanno subito i civili palestinesi, infatti, è stato giudicato contrario a quanto stabilito dal diritto internazionale. C’è anche chi ha dichiarato di aver riconosciuto – nelle immagini mostrate dai media e diffuse anche sui social – alcuni amici o colleghi. Questi avrebbero affermato che non si tratta affatto di uomini affiliati all’organizzazione Hamas.

Intanto continuano gli scontri tra i soldati dell’esercito israeliano e i miliziani di Hamas all’interno di Gaza City. L’esercito ha inoltre pubblicato alcuni filmati che mostrano i soldati di Brigata di fanteria Golani in uno scontro a fuoco contro alcuni miliziani di Hamas. I combattimenti si sono svolti nel quartiere di Shejaiya, a Gaza City. L’Idf ha dichiarato di aver scoperto in quel quartiere circa 15 pozzi di tunnel e di aver ucciso numerosi uomini di Hamas. Una guerra che – sebbene se ne stia parlando meno negli ultimi giorni – continua a provocare moltissimi morti. Secondo funzionari di Hamas il bilancio dei morti a Gaza sarebbe salito a 17.997.

Impostazioni privacy