Il Covid torna a due passi da noi

Il COVID-19- la pandemia che ha cambiato il mondo: siete sicuri che sia finita per sempre? I dati ci portano a pensare che non sia così

Il COVID-19 è una malattia respiratoria causata dal virus SARS-CoV-2. La sua diffusione ha avuto un impatto significativo sulla salute pubblica, sull’economia e sulla società in tutto il mondo, così come le misure adottate per contenere la diffusione del virus (come il lockdown, il distanziamento sociale e l’uso delle mascherine).

Covid e pandemia
Covid-19: la malattia respiratoria che ha sconvolto il mondo per sempre (www-rationalinternational.it)

Insomma, la pandemia di Covid- 19 ha scosso il mondo intero, lasciando ferite indelebili. Ma è davvero finita?

Covid, Austria in allerta: casi in aumento, raccomandate mascherine

Il Covid torna a destare preoccupazione tra la popolazione mondiale, soprattutto in Austria, dove il numero dei contagi è in notevole aumento. In Europa, i casi di COVID-19 sono aumentati in tutti i paesi.  Particolarmente preoccupante, la situazione della Spagna, dell’Italia e della Germania, dove i nuovi casi di positività al virus sono in costante aumento.

il consigliere tedesco Olaf Scholz
La preoccupazione del consigliere della Germania Olaf Scholz: nel Paese il numero dei positivi è cresciuto del 39 per cento nell’ultima settimana (www.rationalinternational.net)

Non meno allarmante è la situazione dell’Austrai dove, a seguito di questo trend, il ministro della Sanità Johannes Rauch ha raccomandato l’uso delle mascherine in alcuni luoghi pubblici, come gli autobus e le case di cura. Ecco quanto dichiarato dal ministro Rauch: “Siamo nel mezzo di un’ondata di coronavirus, il monitoraggio nazionale delle acque reflue lo dimostra molto chiaramente”. Tuttavia , ha tenuto a specificare che sebbene la raccomandazione non sia obbligatoria, è comunque importante che tutti facciano la propria parte per contenere la diffusione del virus.  Nella settimana dal 22 al 28 novembre, i nuovi contagi in Austria sono aumentati del 39 per cento, raggiungendo una quota pari a 30.000 colpiti. In nove cliniche dell’associazione Sanitaria di Vienna sono state introdotte restrizioni, come l’isolamento dei positivi e l’obbligo di tampone per i pazienti con sintomi anche lievi.

Già nei scorsi giorni il segretario dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus aveva ammonito che l’andamento dei contagi alle porte dell’inverno è preoccupante. Lo stesso ha dichiarato pubblicamente: ” La crescita di ricoveri e decessi dimostra che il Covid è qui per restare e che abbiamo ancora bisogno degli strumenti per combatterlo” .La raccomandazione dell’Austria di indossare le mascherine è un segnale di cautela in vista della stagione invernale, che tradizionalmente è caratterizzata da un aumento dei contagi da virus respiratori. L’uso delle mascherine, insieme alla vaccinazione e al rispetto delle misure di distanziamento sociale, può aiutare a contenere sensibilmente la diffusione del Covid e proteggere le persone più vulnerabili.

In Italia, il governo sta monitorando la situazione con attenzione e non ha al momento previsto l’introduzione di nuove misure restrittive. Tuttavia, non è escluso che, in caso di aumento dei casi, possano essere prese nuove misure, come il ritorno dell’obbligo di mascherine all’aperto. È importante ricordare che il Covid-19 è ancora una malattia pericolosa, soprattutto per le persone anziane e fragili. È quindi importante vaccinarsi e mantenere le misure di prevenzione per proteggersi e proteggere gli altri.

Impostazioni privacy