“La salute di Biden è un pericolo”

Per un medico che ha lavorato per anni alla Casa Bianca, “il declino cognitivo del presidente è sotto gli occhi di tutti”

Sarebbero numerosi gli aspetti che stanno preoccupando gli elettori americani e non solo riguardo le condizioni di salute di Joe Biden.

"La salute di Biden è un pericolo"
Preoccupa la salute di Joe Biden (Ansa) – Rationalinternational.net

L’attuale Presidente degli Stati Uniti d’America, infatti, non sta attraversando il suo miglio momento dal punto di vista politico e questo lo si deve soprattutto alla sua età sempre più avanzata. Ma ora a mettere in dubbio l’inadeguatezza di Biden nel ricoprire il suo ruolo di leader è un ex medico della Casa Bianca.

“Degrado cognitivo vertiginoso”

A 81 anni Joe Biden ha ancora un anno di mandato da Presidente degli Stati Uniti d’America, ma per alcuni le sue condizioni fisiche non glielo permetterebbero. A dirlo è Ronny Jackson, ex medico della Casa Bianca che ha rivelato quelle che sono le sue impressioni mediche. Per il dottore Joe Biden “non può più essere presidente. Secondo Jackson, infatti, si sta assistendo ad un “vertiginoso declino cognitivo” che non potrà che peggiorare in maniera piuttosto rapida e che renderà impossibile poter ricoprire questo ruolo.

"La salute di Biden è un pericolo"
A parlare è l’ex medico della Casa Bianca (ansa) -Rationalinternational.net

Jackson ha parlato del fatto che essere il Comandante in Capo degli Stati Uniti  è un lavoro estenuante che ti consuma fisicamente e mentalmente. Nell’ultimo mandato Biden sarebbe andato in contro ad “un’incredibile degenerazione mentale” che sta ostacolando quelli che sono i compiti previsti dal suo ruolo. Ma a preoccupare di più Jackson è il fatto che non sarà oggettivamente possibile poter eventualmente ricoprire un secondo mandato. Questo inizierà infatti a dicembre/gennaio del 2024 e Biden avrà 82 anni.

L’età di Biden è un problema attualmente sul tavolo del Partito Democratico. A preoccupare non è tanto la sua età anagrafica, ma appunto la capacità fisica e mentale nel poter ricoprire tale ruolo per almeno un altro anno. Dal punto di vista elettorale, però, il partito dei democratici americani sembra essere più che in alto mare. L’unico candidato di punta è proprio Joe Biden, il quale però sta sprofondando nei sondaggi. Attualmente sembra particolarmente favorito Donald Trump – che avrà comunque 78 anni al momento delle elezioni – e i democratici non sembrano avere una strategia credibile.

C’è chi invoca con forza la candidatura di Michelle Obama, la quale difficilmente deciderà di presentarsi come leader del partito. Crollate quelle potenziali, e quasi scontate, di Khamala Harris e Ocasio Cortez, il Partito Democratico non avrà il tempo di far emergere un nuovo candidato.

Impostazioni privacy