Così gli ucraini sfuggono il fronte

Non solo eroi e guerrieri valorosi. In Ucraina ci sono moltissimi cittadini che fuggono per non essere arruolati

La guerra in Ucraina ha sconvolto la vita di migliaia di persone che da tempo chiedevano di poter essere inclusi nella parte occidentale del mondo.

gli ucraini sfuggono il fronte
Ci sono molti disertori anche in Ucraina (Ansa) – rationalinternational.net

Secondo un reportage della Bbc, sono migliaia i cittadini ucraini che, essendo arruolabili, hanno tentato di fuggire dal Paese. In molti casi ci sono riusciti, mentre in altri sono stati costretti a tornare indietro e ad imbracciare le armi. Una parte della realtà che viene racconta sempre poco, ma che esiste eccome.

20mila uomini fuggiti dall’Ucraina

Dopo l’invasione in Ucraina da parte della Russia il governo di Kiev ha emanato la legge marziale in tutto il Paese. Questo vuol dire, in un certo senso, che i tribunali militari assumono un incredibile potere, spesso – come in questo caso – in funzione di una guerra che si sta combattendo. Inoltre, in Ucraina vi è il divieto di lasciare il Paese per i cittadini tra i 18 e i 60 anni. Un divieto che però è stato violato spesso e volentieri.

gli ucraini sfuggono il fronte
Circa 20mila le persone fuggite (Ansa) – Rationalinternational.net

A rivelarlo, come abbiamo detto, il reportage della BBC, il quale parla di fughe di decine di persone ogni giorno dall’Ucraina, spesso uomini “giovani e forti” che potrebbero imbracciare un’arma. Ad oggi sarebbero quasi 20.000 gli uomini fuggiti dall’Ucraina dall’inizio delle ostilità con la Russia. Molti di questi lo hanno fatto per paura di essere arruolati. C’è chi ha deciso di percorre boschi e foreste per attraversare il confine, o addirittura attraversare fiumi pericolosi. Sono invece ben 21.113 le persone che non sono riuscite a fuggire e sono stati portati indietro dalle autorità ucraine. I dati in possesso della Bbc rivelano che circa 19.000 uomini ucraini sono riusciti ad entrare in maniera illegale in Polonia, Romania, Ungheria, Moldavia e Slovacchia.

Nella maggior parte dei casi, come riportato da coloro che hanno tentato la fuga, ma invano, i metodi principali utilizzati per scappare sono stati l’attraversamento di confini naturali. Moltissimi, infatti, sono stati sorpresi mentre provavano a passare da un Paese all’altro a nuoto. Inoltre, circa 6.800 persone hanno deciso di utilizzare documenti ufficiali ottenuti in maniera fraudolenta. In molti casi questi riguardavano false esenzioni per via di malattie finte. Un problema, quello dell’arruolamento, che vale anche per la Russia. Da mesi si parla di una moltitudine di soldati arruolati dall’esercito di Mosca direttamente dalle carceri russe. Tra questi anche assassini e condannati. Una scelta che, a quanto pare, starebbe per prendere anche Kiev.

Impostazioni privacy