Kim fuori di testa. E cerca la guerra

Ancora un lancio di missili da parte della Corea del Nord al largo della costa occidentale. Cosa vuole fare davvero Kim?

Sale ancora la tensione tra le due Coree e il Giappone. Nelle ultime settimane, infatti, la Corea del Nord sembra essere piuttosto attiva sul fronte dei test missilistici e delle provocazioni militari.

Kim continua a lanciare missili
Ancora un altro lancio missilistico. Ora la tensione inizia a raggiungere livelli molto pericolosi (ansa) – Rationalinternational.net

Kim Jong-Un, il leader della Corea del Nord, ha infatti autorizzato l’ennesimo lancio missilistico sulla sua costa occidentale. Si tratta di un’ulteriore prova di forza nei confronti dei suoi “vicini” della Corea del Sud e del Giappone. Ma mentre cresce la preoccupazione, in molti si chiedono quali siano le reali intenzioni di Kim Jong-Un.

Vicini ad una nuova guerra?

Martedì scorso la Corea del Nord ha effettuato un nuovo lancio di alcuni missili da crociera a lungo raggio. I razzi sono stati lanciati al largo della sua costa occidentale e hanno attirato immediatamente l’attenzione degli osservatori internazionali. Sebbene la Corea del Nord abbia abituato il mondo a frequenti esperimenti militari, in particolare proprio il lancio dei missili balistici, a preoccupare è il fatto che questi siano aumentati di molto nell’ultimo periodo. Si tratta infatti del terzo test missilistico condotto in solo un mese.

Kim continua a lanciare missili
L’ennesimo lancio d un missile balistico dimostra quanto i rapporti tra le due Coree siano ulteriormente deteriorati (ansa) – Rationalinternational.net

Un numero piuttosto alto che riflette quelle che sono le gravi tensioni politiche in atto, soprattutto tra le due Coree. Nell’ultimo periodo, infatti, i lanci missilistici si sono ulteriormente intensificati, così come le provocazioni da parte di Pyongyang nei confronti di Seul. Il tutto rientra in un periodo di pesanti tensioni tra le due Coree, con Kim Jon-Un che ha definito i suoi vicini con il principale “Stato nemico“. I rapporti tra i due Paesi vengono infatti da un lungo periodo di deterioramento. Sebbene sia formalmente in guerra, c’era stato un periodo in cui vi era stata un’effettiva distensione politica che faceva ben sperare.

Nei mesi scorsi Kim aveva infatti annunciato la fine di “quasi 80 anni di storia di relazioni inter-coreane”, riconoscendo che “esistono due stati nella penisola coreana“. Sebbene ci siano ancora delle prospettive di riunificazione tra i due Paesi, la tensione non si è mai placata e ora i rapporti sembrano essere arrivati ai minimi storici. Ora l’intenzione di Kim sembra essere quella di voler troncare del tutto i rapporti con Seul ed eliminare tutti i legami esistenti con le due Coree. Una mossa che porterà quindi ad una maggiore tensione su tutta la regione, dove sono presenti attori internazionali come la Cina, il Giappone e, ovviamente, gli Stati Uniti.

Impostazioni privacy