Torino, pianto di neonato dai rifiuti

Un neonato è stato trova in un cassonetto di rifiuti a Villanova Canavese. Aveva ancora il cordone ombelicale attaccato

Il tutto è successo a Villanova Canavese, un piccolo comune piemontese della Città metropolitana di Torino. Lo sconcerto e l’incredulità di chi ha fatto l’amara scoperta.

Torino, pianto di neonato dai rifiuti
Il bambino aveva ancora il cordone ombelicale (ansa) – Rationalinternational.net

Sono state alcune persone a trovare il neonato all’interno di un cassonetto dell’immondizia. Il piccolo era nato da poche ore e a testimonianza di ciò vi era ancora il cordone ombelicale attaccato alla pancia del neonato. Subito dopo la scoperta è stato portato con urgenza all’ospedale di Ciriè. Non sarebbe in pericolo di vita.

Trasportato con urgenza in ospedale

Sembra l’introduzione di una di quelle storie tristi che, alla fine, rivelano comunque un qualcosa di positivo. Tuttavia, per adesso c’è ben poco da essere contenti, visto il modo in cui la storia – che purtroppo non è inventata – si è sviluppata. Un neonato è stato infatti ritrovato – dopo essere stato abbandonato – all’interno di un cassonetto per i rifiuti. A trovare il piccolo, che era stato inserito in uno dei bidoni per la raccolta dell’immondizia a Villanova Canavese, è stato un operaio di 49 anni.

Torino, pianto di neonato dai rifiuti
A ritrovare il neonato è stato un operaio. Non sarebbe in pericolo di vita – Rationalinternational.net

L’uomo è stato attirato dalle urla che, durante un sabato sera del 13 gennaio, si diffondevano dall’interno del cassonetto. Il bidone si trovava infatti nei pressi dell’abitazione dell’uomo, in vicolo San Giuseppe, non troppo distante dal centro. Una volta che si è avvicinato al bidone, attirato dalle urla del piccolo, ha notato un sacchetto di plastica. Al suo interno vi era il neonato, un maschietto. Il bambino aveva ancora la placenta e il cordone ombelicale attaccati. Il 49enne non ha quindi perso tempo e ha deciso di chiamare in fretta i soccorsi, che sono arrivati di lì a poco.

Un ritrovamento triste e che fa molta rabbia, ma che fortunatamente ha – almeno per il momento – un risvolto positivo. Non appena l’uomo ha dato l’allarme, sono arrivati i sanitari del 118 e i carabinieri , i quali hanno fornito assistenza al neonato. Questo è stato poi trasportato d’urgenza presso l’ospedale di CIriè, dove i medici e gli infermieri lo hanno preso in cura. Secondo quanto si apprende, il piccolo è in buone condizioni di salute e non sarebbe in pericolo di vita. Tuttavia, ora gli inquirenti stanno indagando con l’intenzione di capire chi possa aver lasciato il bambino all’interno del cassonetto. I sistemi di videosorveglianza non hanno restituito ai Carabinieri del nucleo operativo radiomobile alcuna informazione rilevante, ma le indagini continuano.

Impostazioni privacy