Palestina, i civili ancora nel mirino

Ancora un grave episodi spari contro civili inermi. Questa volta il fatto è accaduto in Cisgiordania e c’è anche un video che lo dimostra

Un video diffuso dall’agenzia di stampa Associated Press mostra l’ultimo episodio in cui l’esercito israeliano spara contro dei civili palestinesi.

Israele, si continua a sparare sui civili
Ancora un grave episodio in Cisgiordania. L’esercito israeliano ha ucciso un civile (Ansa) – Rationalinternational.net

Le immagini mostrano l’episodio dove un uomo è stato ucciso, mentre altri due vengono feriti in modo grave. Tutti e tre erano disarmati ed erano in strada insieme ad un gruppo di cittadini in Cisgiordania. Si tratta dell’ennesimo caso in cui alcuni civili disarmati sono stati colpiti senza alcun apparente motivo.

Il cecchino spara sulla folla

Nelle immagini non viene mostrato il punto da cui provengono gli spari. Nei pochi secondi di video si vede un gruppo di cittadini chiacchierare tra di loro in strada. Ad un certo punto uno di loro viene colpito probabilmente da un cecchino, mentre gli altri due che cercano di soccorrerlo vengono colpiti da un cecchino a loro volta. L’episodio è avvenuto intorno alle 2 di notte del 5 gennaio scorso a Beit Rima, una città a nord di Ramallah. Il filmato è stato registrato dalle telecamere di sicurezza di un negozio, mentre secondo la ricostruzione dell’Associated Press gli spari sarebbero arrivati da uno o più soldati dell’esercito israeliano.

Israele, si continua a sparare sui civili
Sono stati colpiti alcuni civili nella notte (ansa) – Rationalinternational.net

Nel video si vede la scena dello sparo. Non appena il colpo raggiunge l’uomo inerme – Nader Rimawi – gli altri cittadini presenti iniziano a scappare. Due di loro si avvicinano all’uomo colpito per aiutarlo, ma entrambi vengono colpiti. Osaid Rimawi morirà poco dopo, mentre Mohammed Rimawi, suo fratello, viene ferito in modo grave. Sia Mohammed che Nader verranno portati in ospedale. Entrambi sono sopravvissuti. Il video mostra poi alcuni soldati israeliani avvicinarsi ai due uomini che sono ancora sdraiati per terra. Circa quattro minuti dopo si allontaneranno da loro senza prestare soccorso.

Secondo quanto riportato dai portavoce dell’esercito israeliano, i soldati avrebbero sparato perché un uomo si sarebbe inginocchiato come per voler accendere una molotov – una scena che si vede nel video. Tuttavia, il primo sparo non ha colpito l’uomo inginocchiato, ma Nader, che era in piedi lì vicino. In realtà, poi si scoprirà che il ragazzo che si era chinato stava cercando di bruciare alcuni pezzi di carta per riscaldarsi. Secondo quanto riportato da un portavoce dell’Idf, quella stessa notte alcuni cittadini palestinesi avrebbero provato ad accendere bombe molotov a Beit Rima. Da quando è iniziata la guerra tra Israele e Hamas, la tensione è altissima anche in Cisgiordania, dove gli scontri erano piuttosto frequenti anche prima degli attacchi del 7 ottobre.

Impostazioni privacy