Putin punta alla resa di Kiev, presto

Il presidente russo è deciso a vincere contro Kiev, ma continuano gli attacchi anche nel territorio di Mosca

Il conflitto tra Russia e Ucraina non si è affatto assopito e nelle ultime ore ci sono stati importanti attacchi su entrambi in fronti.

Putin punta alla resa di Kiev, presto
Il presidente russo vuole vincere in Ucraina (ansa) – Rationalinternational.net

Sia la Russia che l’Ucraina sono riusciti a condurre operazioni militari con successo sui rispettivi territori. Mentre Putin prova a dare il colpo di grazia a Kiev e al suo rivale, Zelensky, Kiev conduce una nuova azione militare su Belgorod, in pieno territorio ucraino. Ecco che cosa sta succedendo proprio in queste ore.

Nuovo attacco ucraino a Belgorod

L’esercito ucraino ha condotto un nuovo attacco con successo nei pressi della città di Belgorod, città russa che si trova al confine con l’Ucraina. Il governatore della regione russa, Vlacheslav Gladkov, ha riferito che almeno tre persone, tra cui due uomini e una donna, sono state riportando ferite in maniera piuttosto grave a causa dell’attacco di questa notte. In risposta all’azione di Kiev, il Cremlino ha attaccato la comunità di Marhanets, nei pressi di Nikopol. Un quartiere residenziale ha subito danni.

Putin punta alla resa di Kiev, presto
Continua il conflitto tra Russia e Ucraina (ansa) – Rationalinternational.net

Ma il conflitto si gioca anche sulla richiesta di aiuti, nel caso dell’Ucraina da parte dell’occidente. Il portavoce dell’aeronautica ucraina, infatti, ha affermato che l’esercito in questo momento sta soffrendo una “carenza di missili antiaerei“, in grado di abbattere i velivoli lanciati da Mosca per bombardare il territorio ucraino. Intanto è in corso un allarme a Mosca, a seguito di un attacco condotto da un gruppo di hacker ucraini. Questi sono infatti riusciti a violare il provider internet di Mosca M9com, in modo che una larga parte della città russa resti senza internet e tv. Una condizione difficile che si sta registrando in gran parte delle città ucraine, restate al freddo senza elettricità e internet.

Intanto la Russia ha condotto circa 41 attacchi nella regione di Kherson in sole 24 ore. A farlo sapere è stato il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksandr Prokudin, che in un post pubblicato su Facebook ha aggiornato sull’andamento della guerra. “Il nemico ha lanciato 41 attacchi, sparando 182 colpi di mortaio nelle ultime 24 ore – ha scritto Prokudin – i militari russi hanno preso di mira soprattutto le aree residenziali delle città presenti nella regione di Kherson”. Infine Mosca ha fatto sapere che “farà di tutto” per porre fine agli attacchi da parte dell’esercito ucraino su Belgorod. “Il nostro esercito continuerà a minimizzare il pericolo – ha affermato Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino – per poi eliminarlo completamente”.

Impostazioni privacy