Kiev e Mosca, la propaganda vola alta

A volte anche la propaganda più acuta rischia di rivolarsi contro. A Mosca lo sanno bene e ne stanno subendo le conseguenze

La guerra tra Ucraina e Russia, con quest’ultima che ha deciso di invadere il territorio di Kiev, prosegue anche oltre i combattimenti militari.

Kiev e Mosca, la propaganda vola alta
La propaganda russa ha toppato alla grande (ansa) – Rationalinternational.net

Da quando esistono le battaglie, infatti, queste sono sempre accompagnate da comunicazioni e affermazioni spesso veicolate dalle parti per ottenere guadagni a proprio favore. Quello che succede oggi segue ancora gli stessi codici e le stesse strategie. Ma questa volta a toppare è stata la propaganda russa.

A Mosca festeggiano l’abbattimento. Me è l’aereo sbagliato

Nelle ultime ore la propaganda russa ha festeggiato l’abbattimento di un aereo ucraino. Forse trascinati dall’entusiasmo dello stop della controffensiva ucraina o dalle recenti indecisioni delle forze occidentali, i russi questa volta hanno però sbagliato. La propaganda del Cremlino, infatti, ha diffuso la notizia dell’abbattimento di un aereo militare ucraino troppo in fretta, senza però accorgersi che si trattava di un velivolo russo.

Kiev e Mosca, la propaganda vola alta
Chi ha abbattuto il bombardiere russo? (ansa) – Rationalinternational.net

Secondo alcune informazioni diffuse dall’esercito ucraino, ad essere stato abbattuto è un bombardiere Su-25. L’esercito di Kiev ha infatti fatto sapere di aver distrutto il velivolo dopo aver messo in azione il proprio sistema missilistico terra-aria Buk-M3. Ad ufficializzare l’abbattimento è stato il comandante dell’aeronautica ucraina, il quale ha voluto smentire la propaganda russa e indicare l’abbattimento del velivolo russo da parte della contraerea ucraina. Il generale Mykola Oleshchuhk ha commentato ironicamente l’accaduto. “Posso affermare che non è stata la difesa aerea ucraina ad abbattere il Su-25 – ha dichiarato – si è trattato di azioni effettuate da cannonieri antiaerei russi, per le quali vanno i ringraziamenti da parte del popolo ucraino”.

I rapporti russi parlano di un incidente nel quale il bombardiere è andato distrutto. Fonti del Cremlino parlano di un esplosione nei pressi di Yelyzavetivka, nella regione di Mykolaiv. Solo in un secondo momento, confermando la distruzione del velivolo, i portavoce dell’esercito russo hanno parlato di un incidente. La versione della propaganda russa, infatti, è quella di uno schianto avvenuto per via di condizioni di visibilità scarsa, oltre al fatto che l’aereo “volava troppo basso“. Dall’inizio della guerra tra Ucraina e Russia sono stati piuttosto numerosi gli incidenti che hanno visto il “fuoco amico” distruggere mezzi e uomini dello stesso schieramento. Recentemente, infatti, Vladimir Zavadsky, maggiore generale del 14° corpo d’armata russo, è stato ucciso da una delle mine posizionate dallo stesso esercito di Mosca.

Impostazioni privacy