L’amico morto trovato nel freezer

L’uomo l’ha lasciato lì dentro per due anni senza che nessuno lo scoprisse. Condannato a due anni di reclusione

Un uomo ha lasciato per due anni all’interno di un freezer il corpo senza vita di un suo amico, venendo scoperto solo per un caso.

L'amico morto trovato nel freezer
Aveva conservato il corpo dell’amico morto nel freezer (Ansa) – Rationalinternational.net

Dopo il macabro ritrovamento è arrivata la condanna a due anni di carcere per Damion Johnson. L’uomo, un 53enne, aveva nascosto nel proprio congelatore il corpo senza vita di un suo amico, il 71enne John Wainwright. Poi la macabra scoperta.

Il ritrovamento nel congelatore

John Wainwright era un ex consigliere comunale in pensione che viveva con il suo amico Damion Johnson. Nel 2018 Wainwright morì e Johnson – invece di allertare gli addetti ai lavori – decise di conservare il suo cadavere all’interno di un freezer. Un nascondiglio che si è rivelato “perfetto” per circa due anni. Nel 2020, infatti, il corpo senza vita del 71enne è stato ritrovato all’interno di un congelatore. Nella giornata di mercoledì 6 dicembre  Wainwright è stato condannato a due anni di carcere per aver impedito la sepoltura dell’amico. Dopo aver ritrovato il corpo dell’uomo senza vita, la polizia ha chiesto spiegazioni a Wainwright. Questo si è giustificato dicendo di averlo inserito nel congelatore per via della sua incapacità di “separarsi dall’anziano e di denunciarne la morte“.

L'amico morto trovato nel freezer
L’uomo non aveva avvertito le autorità – Rationalinternational.net

I due erano molto amici e dal 2015 vivevano insieme, con Johnson che si prendeva cura di Wainwright. Secondo quanto riportato dal giornale inglese Metro, la morte dell’uomo di 71 anni è avvenuta nel settembre del 2018. Tuttavia, gli inquirenti sono riusciti a ritrovare i suoi resti, ormai in avanzato stato di decomposizione, solo nell’agosto del 2020. Johnson, dopo la morte dell’uomo, avrebbe quindi ordinato su una piattaforma di e-commerce online un congelatore di grandi dimensioni. In seguito, avrebbe avvertito i parenti e gli amici che l’uomo era morto e che i funerali erano stati già celebrati; senza però avvertire le autorità competenti.

Nel 2019 Johnson – che secondo i giudici avrebbe gravi problemi mentali – era stato arrestato per motivi differenti da questo caso. Tuttavia, in quell’occasione la polizia non perquisì casa sua e il congelatore venne staccato dalla corrente. Fu proprio per via dell’odore avvertito dai vicini di casa che attirò l’attenzione sull’appartamento. Il 21 agosto del 2020, alcuni operatori di traslochi entrarono in casa per portare via il congelatore. in quel momento la macabra scoperta che ha portato la condanna dell’uomo a 2 anni di reclusione.

Impostazioni privacy