Vince l’Olanda che non vuole l’Islam

Le ultime elezioni sembrano poter dare un risultato piuttosto sorprendente: vince l’Olanda che non vuole l’Islam

Si sono concluse solo poche ore fa le ultime elezioni parlamentari nei Paesi Bassi. La tornate elettorale, infatti, rinnoverà il parlamento olandese, ma ci sono delle novità che in pochi si aspettavano.

Vince l'Olanda che non vuole l'Islam
I risultati delle ultime elezioni hanno dato il loro vincitore (Ansa) – Rationalinternational.net

Non di certo in questa misura, dato che – almeno secondo gli ultimi exit poll realizzati a conclusione del voto -sembra aver vinto l’Olanda che non vuole l’Islam. Le indicazioni degli elettori usciti dal proprio seggi, infatti, sembrano andare a favore del Partito per la Libertà (PVV) di estrema destra, considerato da molti razzista e islamofobo.

Geert Wilders e le sue idee sull’Islam

I primi exit poll forniti dall’istituto di sondaggi Ipsos mostrano che il partito che ha ricevuto il maggior numero di voti è stato il Partito per la Libertà (PVV) guidato da Geert Wilders. Secondo quanto emerso dalle rilevazioni, infatti, il partito di estrema destra olandese potrebbe ottenere quasi 35 seggi dei 150 che compongono il parlamento dei Paesi Bassi. Si tratta di un risultato sorprendente ed estremamente positivo per il partito, che vedrebbe i propri seggi raddoppiare rispetto alle elezioni del 2021. Se il risultato dovesse essere confermato, infatti, sarebbe l’unico partito a poter dichiarare di aver vinto le elezioni.

Vince l'Olanda che non vuole l'Islam
Geert Wilders è il vincitore di queste elezioni (Ansa) – Rationalinternational.net

Si tratterebbe di un risultato piuttosto inaspettato. Alla vigilia delle elezioni, infatti, il partito di Geert Wilders non sembrava così forte, anche se veniva riportato in costante crescita. Inoltre, un risultato di questo genere – circa 30 seggi su 150 – era considerato quasi impossibile da raggiungere. A deludere è stato il maggior partito dell’Establishment olandese, il Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia (VVD), dell’ex primo ministro Mark Rutte. Gli ultimi sondaggi lo davano infatti favorito e, quindi, potrebbe essere alla fine il vero sconfitto di queste elezioni.

Geert Wilders guida il partito politico considerato tra i più estremi in Olanda e una sua vittoria potrebbe gettare nello scompiglio la tenuta politica del Paese. Il suo partito si è presentato alle elezioni con il programma politico più radicale del Paese. In particolare, Wilders si è distinto per la sua posizione di aperta ostilità nei confronti dell’immigrazione e dell’Islam, senza sdegnare i partiti nazionalisti di estrema destra, come quelli neonazisti e neofascisti. Tra le sue richieste vi è quella di chiudere tutte le moschee, oltre ad emanare un divieto di ingresso in Olanda valido per tutte le persone musulmane.

Impostazioni privacy